data: 12/09/2018 - categoria: INTERVIEWS - commenti: 1

TEO MANDRELLI, SOTTO IL SEGNO DEI DATURA

Matteo detto "Teo" Mandrelli è un nuovo arrivo in Time Records, ma nonostante la giovane età non si può dire che sia un debuttante.
26 anni, riminese, con la sua musica e il suo stile sta già conquistando tutti!
“The Process” realizzato in collaborazione con il duo elettronico sperimentale “Limitude” è suonato in tutti i locali.
Una vita nella musica, figlio di un gestore di locali, avere a che fare con artisti e dj è sempre stato per lui assoluta normalità. Un percorso naturale il suo avvicinamento alla Musica e alla consolle.

«Da subito ho affinato un gusto molto ampio che mi ha portato a sperimentare tanti generi diversi nelle mie prime serate. Mii sono “fatto le ossa” nelle feste private, in cui avevo solo due casse malandate e la mia consolle della “Stanton”, che mi aveva regalato mio babbo» racconta in un’intervista.

Le prime serate in discoteca sono arrivate a 16 anni, mentre l’amore per la produzione qualche anno più tardi. Se la famiglia ha creato l’ambiente perfetto dove sviluppare la sua passione, gli artisti ai quali si ispira da sempre sono Fatboy Slim, Groove Armada, Daft Punk, Mousse T e i Datura (“I maestri” ndr). Dei nuovi colleghi apprezza in modo particolare Don Diablo e Zonderling.
Il suo ultimo lavoro che sarà disponibile il 21 settembre è nato graize ad una nuova collaborazione con Albertino di Radio Deejay che ha inebriato Teo con la sua esperienza, aiutandolo tantissimo a focalizzare il mood giusto per esprimersi al meglio. 
E a chi gli chiede se fare il dj è più un lavoro o un divertimento risponde schiettamente:

«È possibile che mi stia divertendo lavorando? Mi ritengo molto molto fortunato, perché sto facendo quello che amo con grandissima passione e ne sto anche ricavando qualcosa».

“I know” è pronta e vi farà ballare.
Eccome se lo farà. 

Tags: Teo Mandrelli Albertino Radio Deejay

LASCIA UN COMMENTO



COMMENTI


Questo ragazzo è una persona speciale

data: 14/09/2018 - Danilo Pavani