data: 30/11/2017 - categoria: INTERVIEWS - commenti: 0

DA AMICO DELLA CASSETTINA A REGISTA DI "AND THE HEADS KEEP ON MOVIN'"

Gli occhi brillano, l’eccitazione è palpabile come alla presentazione del docu-film “AND THE HEADS KEEP ON MOVIN'” all’Apollo Club di Milano il 29 novembre.
Non dev’essere stata una passeggiata ritrovarsi da fan a regista di un pezzo di storia del Deejay Time. Enrico Venturi, classe 1983 con all’attivo ormai oltre 10 anni di lavori video, rivela una grande emozione che come rovescio della medaglia porta notti insonni e tachicardia.
Un cerchio che si chiude il suo, iniziato poco più che adolescente registrando le puntate del Deejay Time, conoscendone a memoria aneddoti, gag e addirittura parti di mixato.

“Se fossero stati altri, per dirti i Rollig Stones, sarei agitato per l'uscita del documentario, sicuramente, ma non come per i ragazzi, lo ammetto”

Da Amico della Cassettina, come lui stesso si definisce, incontrare professionalmente Albertino, Fargetta, Molella e Prezioso è stato un dono grandissimo.
La prima soddisfazione Enrico se l’è tolta girando il video di lancio della loro performance della festa dei 30anni di Time Records ma si sa, chi pensa in grande, chi crede davvero in quello che fa sacrificando tempo, rapporti ed energie non può che volare con la mente, focalizzandosi sull’obiettivo successivo.

Al lavoro essere un vero fan può essere pericoloso da una parte, perché è sempre alto il rischio di farsi travolgere dalla percezione personale ma, in questo caso, l’indissolubile legame diventa la chiave di svolta che rendere il docu-film ancora più coinvolgente.

L’obiettivo di Albertino, Fargetta, Molella e Prezioso, insieme a Giacomo Maiolini, Alessandro Lippi (autore del docu-film ndr) ed Enrico Venturi era quello di raccontare non una banale storia in ordine cronologico "Gli amici della Cassettina questo già lo conoscono" (ndr), ma di narrare il ritorno dei ragazzi, il perché e le modalità di questo grande tour che li ha coinvolti, con uno sguardo al passato grazie ai tanti amici che hanno legato una parte del loro successo al Deejay Time: Jovanotti, J-Ax, Benny Benassi, Saturnino, Max Pezzali, Alexia … giusto per citarne alcuni.
“Il Deejay Time non è più un fenomeno legato alla moda del momento come poteva essere negli anni ’90” prosegue Enrico “ma funziona ed è bello anche oggi, per la sua grande capacità di mantenere una comunicazione genuina.”

I ragazzi sono cambiati, sono sicuramente cresciuti, ma senza dover indossare una maschera che li modernizzasse.
Rimanendo se stessi riescono a coinvolgere il “vecchio” pubblico, gli affezionati, tanto quanto nuovi e giovanissimi fan. Un mix generazionale che ha caratterizzato tutte le date del tour, con genitori insieme ai figli adolescenti sotto il palco a ballare e divertirsi insieme.

Succede così quando un progetto è vero, originale e cristallino e in “AND THE HEADS KEEP ON MOVIN’” grazie anche ad Enrico tutto ciò viene raccontato benissimo.

Tags: Enrico Venturi Giacomo Maiolini Albertino Fargetta Molella Prezioso Amico della Cassettina Radio Deejay Deejay Time Jovanotti Benny Benassi Max Pezzali Saturnino J-Ax Alexia Anni '90

LASCIA UN COMMENTO