data: 31/01/2018 - categoria: MUSIC IS THE ANSWER - commenti: 0

LOST FREQUENCIES, LA FACCIA PULITA DELLA MUSICA

Felix Safran De Laet, era uno studente di economia belga con una grande passione: la Musica.
24 anni e un grande talento, ricorda ad ogni intervista quel giorno in cui Armada (celebre etichetta olandese ndr) l’ha contattato tramite il suo profilo SoundCloud. Il primo pensiero è stato quello di uno scherzo, architettato dai suoi amici, invece il suo sogno stava diventando finalmente realtà:
“Are You With Me” doveva essere pubblicata secondo gli A&R Armada: le potenzialità c’erano e il sound era quello giusto. Detto, fatto. L’inizio di un grande successo che ha portato il giovane dj/producer a sfornare un singolo migliore dell’altro (fino all’ultimissimo “Crazy” in collaborazione con Zonderling e record di ascolti streaming su Spotify), e ad esibirsi sul palco dei migliori festival di tutto il mondo: Coachella, Lollapaloza e Tomorrowland.
Un nome “Lost Frequencies”  per ricordare l’inizio della sua carriera e il suo modo di approcciarsi alla musica da lui stesso considerata indie-dance. Felix ha iniziato a sperimentare con la musica elettronica dopo che il padre gli regalò un software musicale per pc, studiando da autodidatta attraverso video tutorial online, prediligendo tracce dimenticate dai più, “perse” appunto.
Un mix di stili e influenze della dance underground che in pochi anni hanno consacrato l’originalità di questo ragazzo, etichettato anche come “la faccia pulita dell'EDM”.
Perché Felix ha ora successo in tutto il mondo ma è rimasto il nerd entusiasta di una volta.
Attraverso un comunicato stampa l’artista a fine 2017 ha parlato di nuovo progetto riguardante la sua etichetta discografica: “Sono davvero felice di vedere il lancio della mia etichetta, Found Frequencies” “Servirà come sede della mia musica, e spero che diventerà anche l’etichetta di riferimento per i talenti emergenti, dato che va oltre le sole vibrazioni".
"Ho intenzione di pubblicare alcuni dischi del mio club sull’etichetta e, per il resto, il suono è correlato a tutto ciò che suono nei miei live set o alle mie playlist. Spero davvero che sia un gusto musicale che molti trovano divertente”
.

Un bell'esempio in contrasto ad artisti capricciosi e viziosi.
Felix continua sulla sua strada con un sorriso innocente e tanta voglia di migliorarsi.




Fonti GQitalia / Il Post

Tags: Lost Frequencies Musica EDM Indie-Dance Felix Crazy

LASCIA UN COMMENTO