GIACOMO MAIOLINI

Giacomo Maiolini è un imprenditore italiano, fondatore e amministratore della casa discografica Time Records.
Nasce l’8 marzo del 1963 a Pedrocca: comune di Cazzago San Martino, in provincia di Brescia. Secondo genito (ha due sorelle), trascorre l’infanzia nella piccola frazione della Franciacorta. Si diploma in ragioneria e parallelamente, visto la considerevole altezza (196 cm), gioca a basket nella squadra della Pintinox. Come tanti ragazzi frequenta le discoteche della zona. Non pensa, da subito, a fare della musica una professione, ma se ne appassiona tracciando i brani musicali più significativi proposti dai Djs nelle principali discoteche della zona “Altaluna”, “Number One”, “Tiffany”.

I brani ascoltati li acquista per dare corpo alla sua playlist personale e tale sistema diviene la base di un modulo espressivo che porterà alla nascita di quegli aggregati musicali che saranno una delle fortune del suo progetto imprenditoriale: le compilation, ma soprattutto diventerà espressione di quel gusto e raffinatezza imprenditoriale che sarà il leitmotiv del suo successo non solo nazionale ma soprattutto internazionale.

Nel 1994 si sposa con Carla Manzato e dall’unione nasce, nel 1995, suo figlio Lorenzo.
I fondi per partire li raccoglie organizzando eventi nei locali. L’unione con Gianfranco Bortolotti, divenuto poi creatore della “Media Records”, gli permette la sua prima pubblicazione nella primavera del 1984. Il disco è realizzato negli studi del musicista Mauro Farina e si intitola “Let me Trouble” per Deborah Haslam. Il supporto avuto dal “Factory Sound Studio”, di Farina e Crivellente legherà Maiolini e la sua produzione, alla “Factory”. Nel 1984 nasce così la casa di produzione discografica TIME RECORDS.

Inizialmente Farina e Crivellente offrono a Giacomo la direzione artistica dell’etichetta, visto che “Fly to me” di Aleph, sua intuizione, era stato un successo al punto da essere il primo disco della storia musicale italiana ad essere licenziato in Giappone. Claudio Cecchetto arriva ad acquistare i diritti del disco “Winner” di Roncuzzi & Crazy (divenuti P4F) e a farlo diventare la sigla dello spot del gelato “Winner Algida”.

Entra nella vita di Maiolini Fabio Carniel, titolare del negozio “Disco Inn” di Modena, con il quale collabora nell’attività di scouting. Nel 1986 Farina e Crivellente escono dalla Time, come soci, per mantenere la loro indipendenza di musicisti. Sono gli anni del trasferimento della Time Records a Brescia.

Maiolini si lega a Laurent Gelmetti, fonico e compositore di Mauro Farina e gli propone di occuparsi del mercato asiatico sviluppando musica della corrente “Hi Energy”. Nasce una produzione di dischi in puro stile Sol Levante la cui pre-produzione viene affidata al discografico Sergio Dall’Ora, fondatore di “Havana”.

Maiolini diviene uno dei produttori discografici più importanti e dei fautori della corrente musicale “Eurobeat”: in Giappone viene definito “King of Eurobeat”. Tale è il successo che nel 2000 conquista due Grammy per le Compilation “Super Eurobeat presents Initial D-D Non stop Megamix” e “Super Eurobeat vol. 100”. 
Numerosissimi i dischi di platino e diamante conquistati sotto l’etichetta di Maiolini.

Nel 1989 nasce, in collaborazione con il Dj Pierre Feroldi, l’etichetta “Italian Style”.

Giacomo si lega a produttori come Cremonini, Gilardi, Varola che avrebbero in seguito firmato hit internazionali del calibro di Jinny, U.S.U.R.A. i Deadley Sins e Silvia Coleman, fino ad arrivare al remix di “Delusa” di Vasco Rossi; o come Perrone, Abaribi e Marcolin con Aladino e Molella con un remix di “Nella Notte” degli 883.
Maiolini affianca, a queste produzioni, acquisizioni di brani da tutto il mondo: James Howard, Tony Scott e tanti altri che conquistano il mercato italiano. A questi nomi va aggiunto l’inglese Rollo, già produttore di Felix e del suo successo internazionale con il brano “Don’t you want me”. Rollo è fratello della cantante Dido e in seguito all’esperienza con la Time, ne diviene il produttore decretandone l’enorme successo planetario.
Maiolini propone a Rollo di realizzare il cantato, della versione strumentale, del nuovo singolo degli U.S.U.R.A. “Sweat”. Nasce così “Sweat” Rollo Remix main version che raggiunge la top ten di vendita europea.

Nel ‘92 Maiolini crea la “Deejay Parade Compilation” dall’omonimo e seguitissimo programma radiofonico della “Radio Deejay” di Claudio Cecchetto.

Condotto dal Dj Albertino con il supporto tecnico di Fargetta, Molella e Prezioso nel programma veniva proposta la classifica dei 20 successi più ballati in discoteca. La compilation ebbe enorme fortuna negli anni: il volume 5 arrivò a vendere oltre 300.000 copie. Il legame con Albertino rimane sia sul piano professionale che umano, uno dei più importanti per Maiolini.

Gli anni ‘90 sono di grande fermento.

Il primo aprile di quell’anno la sua etichetta discografica raggiunge, per la prima volta, la vetta della classifica inglese e questo accadrà per ben 4 volte. Time Records è l’unica casa discografica italiana ad aver raggiunto un simile risultato.
Questo è avvenuto con gli statunitensi The Outhere Brothers ed il brano “Don’t Stop” del 1994 e il di loro “Boom Boom Boom” del 1995, con The Tamperer feat. Maya ed il brano “Feel it” del 1998 e con Black Legend e il suo “You see the trouble with me” nel 2000. Nel 1997 Giacomo crea il marchio Rise e lo affida al Dj Alex Gaudino che con il suo “Destination Unknow” venderà in tutto il mondo. Per la Time il gruppo degli O-Zone scala le vette delle classifiche internazionali conquistando il record di vendite in Giappone nella categoria artisti internazionali, record fino a quel momento detenuto da Michael Jackson.

Negli ultimi 15 anni Maiolini ha lavorato con nomi quali Paul Johnson, Deepswing, Billy More, Mousse T., Molella, The Temper Trap, Yolanda Be Cool, Lucenzo, Martin Garrix, Imany, fino ad arrivare a Time Square feat. Xavier Rudd, Brooke Fraser, Lost Frequencies e Feder.

Molti i dischi d’oro e di platino ricevuti. La Time Records ha festeggiato, nel 2014, i suoi 30 anni.
Per l’occasione è stato editato un libro raccolta della storia della sua etichetta discografica: “Sentimento Espresso”.

Impegno Sociale e Umanitario
Nel 2015, Maiolini fonda la Onlus TimeToLove per aiutare donne e bambini in difficoltà, nel mondo. L’iniziativa parte da Bali, dove ha una casa, per poi interessare le aree più bisognose nel mondo. In quei luoghi ha trovato la sua dimensione spirituale, diventando Induista.

Giacomo Maiolini è attento collezionista d’arte e committente d’opera sia nel campo artistico che nel design e nel fashion design.