data: 12/07/2018 - categoria: MUSIC IS THE ANSWER - commenti: 0

BURAK YETER, LA SCUOLA DI DJs E LA CASA DI CARTA (NETFLIX)

Un gruppo di persone, ognuna a modo suo segnata dalla vita, viene ingaggiata dal "Professore", uomo dall'intelligenza fuori dal comune ma inesistente a livello burocratico, per mettere a segno una delle rapine più ardite mai congegnate: obiettivo, la Zecca di Stato Spagnola.
Dopo due stagioni,nel 2019 verrà messa in onda anche una terza, grazie al successo, a tratti inaspettato, e a milioni di fan in tutto il mondo.
Sicuramente un telefilm ben pensato, con ottima sceneggiatura e bravissimi attori, ma il nostro interesse è ovviamente concentrato sulla sigla di apertura, cantata da Cecilia Krull, e remixata dal dj turco Burak Yeter.
“My Life is Going On”
è uno degli ultimi prodotti firmati Time Records in accordi con il team spagnolo della serie. Yeter racconta di essere andato in studio e averne preparato il remix condividendolo liberamente su internet.
Gli autori della Casa di Carta se ne sono innamorati e hanno deciso di utilizzarlo insieme alla cantante, per poi pubblicarlo ufficialmente. Anche Ursula Corbero, l’attrice che interpreta Tokyo, ne è rimasta affascinata, condividendo la canzone sui suoi social media.
Giovedì 19 luglio andrà in onda, su Canale 5 per il Wind Summer Festival, l’esibizione di Yeter insieme ad una crew di ballerini vestiti come Tokyo, Berlino, Rio e gli altri.
Burak Yeter in tutte le interviste ci tiene a sottolineare l’importanza dell’innovazione musicale, sostenendo che i produttori dovrebbero poter condividere le loro librerie musicali, soprattutto tra paesi diversi, per poter conoscere e approfondire le sonorità di altre culture, lasciandosi influenzare in modo positivo.
“Per creare buona musica devi viaggiare, aprire un terzo occhio. Ci sono persone che per qualche motivo non possono viaggiare fisicamente e quindi devono cercare di farlo con la mente. È un successo anche in questo caso.” Yeter ha aperto una scuola per Djs in Turchia, 8 anni fa, dove sono passati quasi 4mila studenti. Ha poi deciso di triplicare l’esperienza aprendone una anche ad Amsterdam e Los Angeles (e l’idea è quella di aprirne un’ulteriore a Londra) con l’obiettivo di creare un legame tra questi paesi e la loro musica.
Non a caso il nome della scuola è Connection Academy, perché è la condivisione ciò che conta per continuare a creare buona musica. 
E la condivisione è ciò che serve anche al mondo per non perdere empatia gli uni verso gli altri. 

Tags: Burak Yeter My Life is Going On La Casa di Carta Netflix Dj

LASCIA UN COMMENTO